Tag Titolo Abstract Articolo
www.storiaestorici.it
storia, storie, narrazioni
Roberto Moro
Lucia Castellano - Donatella Stasio
Storie dell’umanità cancellata
Diritti e castighi
immagine
Qui la modernità è un parallelepipedo di cemento armato lungo è alto. Una landa desolata. La galera deve essere galera, dunque disadorna, scomoda, punitiva. Un luogo per vivere o solo per morire? E la domanda è: un sistema carcerario così ingiusto e così lontano dai suoi veri scopi accresce la sicurezza dei cittadini? Scoraggia davvero i criminali dal continuare a delinquere?
***

recensione

[audio - video -video correlati]

 

 

 

1. dei 206 istituti di pena del Bel paese l’80% ha più di un secolo, il restante 20% risale al medioevo.

2. le gravi condizione igieniche e di vivibilità hanno trasformato la pena in una tortura legalizzata.

3. il carcere”chiuso” è patogeno, criminogeno e produce il 70% dei recidivi in circolazione.

Sono dati noti, denunce perennemente ricorrenti da almeno mezzo secolo. Ma Diritti e castighi, il saggio avvincente di Lucia Castellano e Donatella Stasio comparso per i tipi de Il saggiatore, dice molto di più.
Questo è un libro di storia e di storie. Storie di una umanità perduta in bolge infernali che generano una socialità forte, impermeabile, parallela e “altra” rispetto al vivere civile che fa il tono del nostro quotidiano. Storia del presente e di un presente che non riesce a staccarsi da radici profondi che sono pregiudizi e pregiudizi che sono in cultura, e cultura che è mitologia e incompetenza di giudizio, comoda impunità immune da ogni senso di responsabilità.
Questa nostra storia non è tuttavia la costruzione di un mondo virtuale, il racconto è improntato al realismo, l’inchiesta si trasforma in indagine e l’indagine in opportunità di partecipazione al racconto, di conoscenza e dialogo. Tutti gli ingredienti della “storia del presente” sono rispettati e non producono solo indignazione retorica, ma inducono consapevolezza. Le testimonianze dirette, i racconti di protagonisti e comparse, trasformano per un attimo i fantasmi di questa umanità cancellata in combattenti per la dignità e la speranza di un riscatto; fanno emergere quella virtù che è la forza di contrastare un destino nemico, un correre contro corrente verso tutto quanto a noi pare scontato: una socialità normale, un mondo amico, una vita attiva. Le storia narrate diquesta umanità perduta sarebbero da approfondire, ma bastano pochi lampi a illuminare tutto il sottosuolo. I tassi di suicidio, tentato suicidio, autolesionismo certificano che la violenza è, paradossalmente, una strategia di sopravvivenza, una pratica di virtù.
Questa storia va letta per poterla poi raccontare: è quella di una istituzione in crisi e di una società malata che la produce e la tiene forzatamente in vita. e alla fine c’è il paradosso di ogni narrazione mitica nella quale il nascondimento e la trasfigurazione schiacciano la realtà.
“Da qualche anno i reati sono in calo, ma l’insicurezza percepita dall’opinione pubblica ha spinto la politica a imboccare la strada della carcerazione e,ultimamente della pena rigida. L’effetto immediato è stato il sovraffollamento dei penitenziari, schizzato oltre i livelli preindulto. All’emergenza-sicurezza si è così aggiunta una nuova emergenza nazionale: l’emergenza-carceri”. L’esito di questo cerchio vizioso ha indotto il governo, contro ogni buon senso, ha lanciare un piano di edilizia carceraria per rendere più agevole la carcerazione dei 70 mila detenuti che si prevedono per il 2010. Si parla di “tolleranza zero”o “cometa ha definita il ministro Maroni di cattiveria verso i clandestini”. Dunque ancora edilizia e carceri e speculazioni edilizia e carceri e carceri.
Dalla lettura di questa storia si capisce bene che la cancellazione dell’umanità genera mostri e come il carcere sia la fucina permanente della delinquenza. C’è di che riflettere. Il libro va letto con attenzione per rifletterci su e poi per parlarne, far sepere e far pensare.

 

Roberto Moro

 

Lucia Castellano e Donatella Stasio

Diritti e castighi

 

Il Saggiatore Editore

 

video correlati

viaggio nelle carceri d'Italia (2 video)

affollamento carcerario

suicidi in cacere

Storia&storici è diretto da Roberto Moro
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact